E-mail to:

          catullo: amore e poesia                     index english       virtual tour

 


PLURISTILISMO CATULLIANO

La varietà dello stile (vedi scheda analitica) rende i carmi di Catullo immediati e vivaci, imprevedibili e mai uguali.

Catullo sa conferire ai componimrnti solennità, con l’introduzione di arcaismi (per es.: quicum 2,2 ; oraclum 7,5 ; potis est 72,7 ) che arricchiscono il verso ed elevano il registro stilistico, oppure grazia, delicatezza e armonia con l’uso dei diminutivi (per es.: solaciolum 2,7 ; ocelli 3,18 ).

Di frequente si rivolge a se stesso (per es.: miser Catulle, desinas ineptire, trad. O infelice Catullo, smetti di vaneggiare, 8,1 ; Catulle 51(b),1) per introdurre un’esortazione o un’autocommiserazione, accrescendo la drammaticità del tono. Come è noto,  sulla poetica e sullo stile di Catullo ha esercitato una forte influenza il modello greco che il poeta ripropone, per esempio, adottando una tipica aggettivazione omerica ( longe resonante, trad. che risuona da lungi, 11,3 ) o attraverso la ripresa di vocaboli o espressioni utilizzati anche da illustri poeti greci o latini ( es.: candidi soles 8,3, cfr. Eschilo, Sofocle ; septemgeminus 11,7, cfr. Eschilo ; morbum 76,25, cfr. Sofocle, Trach.491 ; Euripide, Hipp.767 ).

bottegaCatullo, inoltre, usa diverse figure retoriche, inserite in vari contesti, per aumentare il ritmo lento e spezzato (per es.: paronomasia : it ...iter 3,11 ) e per accrescere l’enfasi (per es.: paronomasia: male...malae 3,13 ), per dare finezza all’espressione ( litote : nec puella nolebat 8,7 ), per sottolineare l’ironia amara ( litote : non bona 11,16 ), per attribuire intensità sia al proprio sentimento, sia alla critica nei confronti di Lesbia ( similitudine: velut prati ultimi flos, praetereunte postquam tactus aratro est, trad. come un fiore sul margine del prato, dopo che è stato spezzato da un aratro che passa oltre, 11,23-24 ).

Questi dettagli dimostrano come Catullo sia nelle cosiddette "nugae", sia nei "carmina docta" ceselli sapientemente il verso facendolo diventare erudito, colto e squisitamente raffinato, ma anche efficace ed espressivo.

 

Michela Dal Bosco, Sara Roccabianca, Alice Zamberlan

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sirmione, Grotte di Catullo.
Bottega.