Federico

 

 

 

 

 

E-mail to:

 

La biblioteca

Posta al secondo pianterreno dell’edificio, nell’ala nord – ovest, era uno dei vanti del principe. Al centro del soffitto troneggia una maestosa aquila con la sigla F. D. che e’ anteriore al ’74 poiche’ rivela vistose somiglianze con altre recanti incise le lettere F. C.; i muri erano stati eretti insieme con i torricini fra il 1466 e il 1472 e solo in seguito il Laurana passo’ a dividere gli spazi interni.

All’interno della sala erano collocati i trionfi delle Arti del Trivio e del Quadrivio, dipinti dal Barruguete; Di essi solo quattro sono sopravvissuti alla razzia di Cesare Borgia : la Musica, la Retorica, l’Astronomia e la Dialettica.

Di fronte a ciascuna dea " si genuflettono in ossequio gli uomini della famiglia montefeltresca: Federico dinanzi alla Dialettica, Ottaviano Ubaldini dinanzi alla Retorica, Costanzo Sforza dinanzi alla Musica. Come in solenne rito le deita’ consegnano loro i propri simboli , quasi eleggendoli ... sacerdoti ": siamo di fronte alla "glorificazione della stirpe montefeltresca nel regno dell’arte e dello spirito" (Rotondi).

Altrettanto famosa era la splendida raccolta di codici, curata da Vespasiano da Bisticci, che, purtroppo, fu depredata da Cesare Borgia. Vespasiano, pero', fu cosi’ accorto da redigere un elenco minuzioso di tutti i volumi : il piu’ celebre dei codici era una Bibbia "ebrea antichissima, scritta pure a mano [ in precedenza era stata descritta una bibbia in latino] con l’aggiunta de’commentari caldei, opera di grandissima stima, come affermano gli Ebrei medesimi, i quali piu’ d’una volta ne hanno offerto molte migliaia di scudi" (Baldi). Vespasiano cita moltissimi altri volumi che spaziano dalle discipline scientifiche a quelle umanistico-filosofiche, in una gamma ricchissima di autori e titoli. E’ logico pensare che l’avveduto bibliotecario abbia redatto la lista per celebrare il duca, non solo come mecenate, ma anche come uomo colto.

Ecco di seguito una parte della lista:

"Sono anni quatordici o piu’ che comincio’ a fare questa libraria…E ha presa quella via che bisogna pigliare a chi vuole fare una libraria famosa e degna, come questa, comiciatosi prima a tutti i poeti e’quali ha avuti la lingua latina ….di poi a tutti gli oratori…tutte le storie nella lingua latina….Venendo alla filosofia morale e naturale…non e’ rimasto ignuno che la sua signoria non abi volutoche sia i questa libraria. Venendo a’dottori sacri…egli ha voluto tutte le opere de’quattro dottori, e che lettere! e che libri! e come degni!….tutte l’opere di sancto Bernardo, Tartuliano, Ilario, Remigio…, Anselmo…, Dionisio Areopagita…, Gregorio Niceno…, Origene. Venendo a dottori latini…tutte l’opere di Sancto Tommaso d’Aquino…, di Schoto…, di Bonaventura…infino alle Conformita’ di Sancto Francesco.[ Prosegue con la descrizione di una Bibbia ].Di tutti gli scrittori in astrologia et i comenti loro, tutte l’opere di geometria co’comenti, tutte l’opere di arismetica, …d’architettura, …de re militari, …delle macchine degli antichi in ispugnare una terra, et quelli dei moderni….Libri di pittura, di scultura, di musica….In medicina tutte l’opere di Avicenna, di Galieno, …tutte l’opere di Averrois, …tucte l’opere di Boezio, Cosi’ in loica come in filosofia et in musica…Egli ha tutte l’opere del Petrarca, …di Dante, …del Boccacio, [ segue una lunga lista di autori e traduttori ] tutte l’opere di Lorenzo Valla….Volle avere tutti i libri greci che si truovavano, tutte l’opere di Aristotile in greco, tutte l’opere di Platone, tutte l’opere di Omero in uno volume, l’Iliade et l’Udisea et l’Anatromachia, …di Sofocle, …di Pindaro, …di Menandro, …tutte le Vite di Plutarco, …l’opere morali di Plutarco, …tutte l’opere d’Erodoto, di Pausania, di Tuchidide, di Polibio, di Demosthene, d’Eschino, …di Senofonte"

La lista, ancora molto lunga, si conclude con la descrizione delle rilegature, in stoffe preziosissime, per la maggior parte ricamate con oro e argento; infine la curiosa (ma scontata) sottolineatura che tutti i volumi fossero eseguiti a mano e non ve ne fosse " ignuno a stampa".

 

 

 

 

 

bibbia

       Bibbia in Latino (1476-78)

vai all' inizio del documento