Federico

 

 

 

 

 

E-mail to:

castiglione

Raffaello: B. Castiglione

 

BALDASSAR CASTIGLIONE

 

Nacque a Casatico (MN) da Cristoforo, cavaliere del duca di Mantova, e da Luigia Gonzaga. Educato in quella citta’, soggiorno’ poi a Milano, dove imparo’ il greco e il latino, alla corte di Ludovico il Moro. Nel 1499 torno’ a Mantova, al seguito di Francesco Gonzaga e, rientrando nel 1503 dalla rovinosa spedizione contro gli Spagnoli nel Regno di Napoli, conobbe il duca Guidobaldo da Montefeltro, di cui subito amo’ la citta’ per lo splendore della vita cavalleresca.

Stabilitosi, dunque, nel palazzo urbinate dal 1504 al 1513, alle dipendenze prima di Guidobaldo, poi di Francesco Maria Della Rovere, ebbe modo di vivere a contatto con un ambiente letterario costituito da personaggi di esimia levatura, come Pietro Bembo, trovando cosi’ terreno fertile per la redazione de "Il cortegiano". Per conto del duca viaggio’ attraverso numerose corti, dove esperi’ le abitudini della vita cortigiana; visito’ quella inglese di Enrico VII (dove ritiro’ nel 1505 l’Ordine della Giarrettiera, conferito a Guidobaldo) e quella francese di Luigi XII. Nel 1513 Castiglione ando’ dal papa Leone X a Roma, citta’ in cui pote’ affinare oltre alle capacita’ diplomatiche, anche quelle di studio. Nel 1516 ritorno’ a Mantova e nel 1524, rimasto vedovo, fu da Clemente VII reso protonotario apostolico e inviato nunzio apostolico alla corte spagnola di Carlo V. Il sacco di Roma del 1527, causato dal traccheggiamento di Clemente VII, fece cadere sul Castiglione il biasimo del papa, col quale si giustifico’ mediante una nobile lettera. Il 17 febbraio del 1529 mori’ a Toledo per febbri pestilenziali.

vai all' inizio del documento